Il pranzo con i poveri a Catanzaro

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – Si è rinnovata in occasione del Natale l’iniziativa solidale del pranzo con e per i poveri, tenutasi nei locali della chiesa Cattedrale e voluta dal sindaco Sergio Abramo e dall’arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace mons. Vincenzo Bertolone. Presenti anche il vicesindaco Gabriella Celestino, gli assessori Giampaolo Mungo e Rossana Gnasso e la segretaria generale Vincenzina Sica.

A servire le pietanze alcuni volontari che hanno accolto nel salone un nutrito gruppo di persone bisognose, di diverse etnie, in gran parte assistite dalla fondazione “Città solidale” e dalla Caritas diocesana.

“Dovremmo riflettere tutti quanti – ha commentato il primo cittadino – sulla necessità di stare più vicini alle famiglie bisognose, in un momento in cui la povertà è in costante aumento in tutto il Paese. Immergersi in questa realtà, grazie anche al mondo della chiesa e al vescovo che ci supporta sempre, significa comprendere quanto sia importante impegnarsi per scongiurare il rischio di possibili emarginazioni. L’amministrazione comunale, per quanto nelle proprie possibilità, lavora da tempo per porre rimedio alle situazioni di disagio. D’altra parte Catanzaro continua a dimostrarsi una città solidale in cui le diverse comunità sono integrate e convivono fianco a fianco. L’augurio è che tutti noi possiamo riscoprirci più solidali verso chi sta male”.

Una riflessione condivisa dall’ arcivescovo Bertolone che ha sottolineato come il pranzo di Natale con i poveri voglia rappresentare “una sintesi del lavoro quotidiano svolto nelle nostre parrocchie e nelle strutture diocesane, insieme all’amministrazione comunale, per offrire un pasto caldo a chi ha bisogno. Non solo un momento di fraternità, quindi, ma anche un invito a far sì che i sentimenti di solidarietà restino sempre vivi e che ogni giorno ciascuno possa fare qualcosa di buono per gli altri”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •