X
<
>

Il momento del salvataggio del cavallo

Condividi:

CATANZARO – Tutto è bene quel che finisce bene. È stato messo in salvo il cavallo che, da giorni, si trovava bloccato nella neve nella Valle di Tacina, nel cuore della Sila Piccola catanzarese. (LEGGI LA NOTIZIA DEL RITROVAMENTO DEL CAVALLO BLOCCATO IN MEZZO ALLA NEVE).

A scoprirlo, ricordiamo, era stato un gruppo di escursionisti dilettanti del capoluogo che si erano imbattuti nell’animale durante le loro “avventura” sulle montagne della Sila e che si erano interessati, fin da subito, alle sue sorti, recandosi più volte sul posto e avvertendo le autorità competenti. Gli sforzi sono stati premiati. Nella giornata di ieri un’azione congiunta di Vigili del Fuoco e Corpo Forestale (oggi assorbito dai Carabinieri) ha portato al salvataggio del cavallo.

[editor_embed_node type=”photogallery”]75429[/editor_embed_node]

I soccorritori, guidati dagli escursionisti, hanno condotto un sopralluogo sul posto, per capire quale fosse il modo più agevole per raggiungere la valle di Tacina. In seguito, con l’ausilio di un “gatto delle nevi” dei Vigili del Fuoco, dalla strada di Buturo, è stata liberata dalla neve una pista fino al luogo dove il cavallo si trovava. Dopo aver rifocillato il cavallo, lo stesso è stato “accompagnato” lungo il percorso tracciato e poi trasportato a Ciricilla, dove è stato sistemato in un rifugio temporaneo, in attesa di decidere chi potrà prendersene cura. Il cavallo, infatti, secondo una prima rilevazione, sarebbe risultato privo di microchip e quindi senza alcun proprietario.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA