X
<
>

Il teatro Politeama

Condividi:

CATANZARO – Tornano il fascino e la magia della lirica a Catanzaro. Con “La Boheme”, il Teatro Politeama, esaurito in ogni ordine di posti ed in un’atmosfera di grande entusiasmo, ha vissuto il momento artisticamente più alto della stagione. Merito di Puccini e delle sue impareggiabili musiche, senz’altro. Ma merito anche di un cast che ha fornito una grande prova sul piano artistico.

Bravissimi tutti gli interpreti, con in testa Tiziano Barontini e Benedicte Roussenq Canavaggia, che hanno reso onore al mito immortale di Rodolfo e Mimì, e molto efficace la regia di Lev Pugliese. Così come un ruolo di grande spessore lo hanno svolto l’Orchestra del Teatro Politeama, diretta da Carlo Palleschi, ed il coro lirico “Francesco Cilea”, con in testa il maestro Bruno Tirotta.

Ampiamente giustificata, alla fine, la soddisfazione del sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, e del direttore generale del Politeama, Aldo Costa, che hanno dedicato la serata a Mario Foglietti, indimenticato sovrintendente del teatro, recentemente scomparso.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA