X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

L’inibizione più pesante per Bove (5 anni) e per Bove (4 anni) più le ammende

COSENZA – Si torna a parlare del caso Contrattopoli, che nella stagione 2009-2010 sconvolse il mondo calcistico del Catanzaro, proprio nell’anno nel quale la società calabrese decretò il fallimento per poi rinascere sotto l’era Cosentino.

Queste le decisioni del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare della Figc: 13 calciatori prosciolti e 5 dirigenti inibiti.

– Pasquale Bove: inibizione per anni 5, preclusione e ammenda di 20.000 euro

– Antonio Aiello: inibizione per anni 4 e ammenda di 20.000 euro

– Filippo Catalano: inibizione per anni 2 e 6 mesi e ammenda di 20.000 euro.

– Cataldo Ceravolo: inibizione per anni 1 e ammenda di 10.000 euro

– Alfonso Faiella: ammenda di 1.500 euro.

Sono stati prosciolti da ogni imputazione i calciatori Francesco Corapi, Ivano Ciano, Alessandro Bruno, Ciro De Franco, Giuseppe Benincasa, Antonio Montella, Manolo Mosciaro, Roberto Mancinelli, Alessandro Vono, Davide Lodi, Roberto Di Maio, Stefano Di Cuonzo e Giovan Giuseppe Di Meglio.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA