X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

SULL’ultimo mio post avevo scritto del mercatino dell’Arenella e del volume di Leonida Repaci che avevo trovato in una bancarella a solo un euro. Aprendo il libro mi aveva molto colpito la dedica del “grande vecchio” della letteratura calabrese ad una tredicenne di Cosenza: Maria Gentile. Nel post lanciavo l’appello: oggi Maria Gentile dovrebbe avere 60 anni, chi è, che fa… come mai lo scrittore ideatore e tuttofare del “Premio Viareggio” dedica un suo libro su Cosenza a questa tredicenne? Ebbene devo dire che in molti si sono interessati alla storia da me proposta. 

Tanti mi hanno scritto sulla mia posta privata o su FB per raccontarmi cose di Maria Gentile. Naturalmente tutta la storia verrà raccontata in un altro post… volevo soltanto ringraziare quanti hanno aggiunto tassello su tassello per recuperare una piccola grande storia della nostra città. Dirò soltanto che Maria Gentile non è più con noi… la sua vita si è fermata a soli 28 anni e che Maria chiamava affettuosamente zio Leonida lo scrittore Repaci dopo che quest’ultimo l’aveva vista recitare a Cosenza nel 1965. Ancora un po’ di pazienza e saprete tutto.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares