X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

Domenica 26 maggio i cosentini si sono stretti attorno a San Francesco di Paola e lo hanno onorato, partecipando in massa alla processione per le vie della città. Ad accompagnare la statua del taumaturgo paolano quest’anno in prima fila anche il correttore generale dell’Ordine dei Minimi, appositamente giunto da Roma.
Ma quante (e quali) le processioni più seguite dai cosentini?
In primis la processione della Madonna del Pilerio il 12 febbraio, forse la più partecipata, anche se, sempre a rischio pioggia… e molte volte, la statua ha fatto solo una miniprocessione uscendo dal Duomo e rientrando subito dopo un breve giro della piazza.
Altra processione molto seguita quella del Santissimo Crocifisso, il 3 maggio. Si parte dalla chiesa officiata dai Cappuccini alla Riforma e si portano in giro la “miracolsa” statua de Crocifisso con al fianco la Vergine Adolorata.
Queste tre sono le processioni (con statue) che coinvolgono quasi tutta la città, poi attira molti fedeli sia la Via Crucis cittadina (che si tiene il venerdì santo), che la solenne processione del Corpus Domini (che si terrà domenica 2 giugno); ci sarebbe da segnalare anche la marcia della pace ai primi di gennaio… ma classificarla “processione” credo sia riduttiva; quest’anno ad esempio con i loro labari sono intervenuti anche i rumeni della parrocchia ortodossa presente in città, e molte volte anche sindacati e movimenti politici con le loro bandiere.
Ma altre processioni che si svolgono solamente sul territorio di ogni singola parrocchia ce ne sono…. Ad esempio a via degli Stadi-Serra Spiga il 1 maggio c’è la processione di San Giuseppe lavoratore, a luglio a Portapiana la festa della Madonna della sanità, così come nelle frazioni di Donnici per San Michele Arcangelo, Sant’Ippolito con l’omonimo santo e Borgo con l’Immacolata.
Sarebbe interessante stilare un calendario di tutte le processioni cittadine… chi ci aiita?

DOMENICA 26 maggio i cosentini si sono stretti attorno a San Francesco di Paola e lo hanno onorato, partecipando in massa alla processione per le vie della città. Ad accompagnare la statua del taumaturgo paolano quest’anno in prima fila anche il correttore generale dell’Ordine dei Minimi, appositamente giunto da Roma. Ma quante (e quali) le processioni più seguite dai cosentini?

In primis la processione della Madonna del Pilerio il 12 febbraio, forse la più partecipata, anche se, sempre a rischio pioggia… e molte volte, la statua ha fatto solo una miniprocessione uscendo dal Duomo e rientrando subito dopo un breve giro della piazza. Altra processione molto seguita quella del Santissimo Crocifisso, il 3 maggio. Si parte dalla chiesa officiata dai Cappuccini alla Riforma e si portano in giro la “miracolsa” statua de Crocifisso con al fianco la Vergine Adolorata. Queste tre sono le processioni (con statue) che coinvolgono quasi tutta la città, poi attira molti fedeli sia la Via Crucis cittadina (che si tiene il venerdì santo), che la solenne processione del Corpus Domini (che si terrà domenica 2 giugno); ci sarebbe da segnalare anche la marcia della pace ai primi di gennaio… ma classificarla “processione” credo sia riduttiva; quest’anno ad esempio con i loro labari sono intervenuti anche i rumeni della parrocchia ortodossa presente in città, e molte volte anche sindacati e movimenti politici con le loro bandiere.

Ma altre processioni che si svolgono solamente sul territorio di ogni singola parrocchia ce ne sono. Ad esempio a via degli Stadi-Serra Spiga il primo maggio c’è la processione di San Giuseppe lavoratore, a luglio a Portapiana la festa della Madonna della sanità, così come nelle frazioni di Donnici per San Michele Arcangelo, Sant’Ippolito con l’omonimo santo e Borgo con l’Immacolata. Sarebbe interessante stilare un calendario di tutte le processioni cittadine: chi ci aiuta?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares