Tempo di lettura < 1 minuto

CARIATI (COSENZA) – Due insegnanti, ritenute responsabili di maltrattamenti, sono state arrestate e sottoposte ai domiciliari dai carabinieri del comando provinciale di Cosenza, supportati da militari del Nas e del Nil della città calabrese.

Le indagini avrebbero documentato una serie di maltrattamenti di natura fisica e psicologica compiuti dalle due donne nei confronti dei bambini, tutti di età compresa tra i due e i cinque anni, all’interno di un asilo di Cariati.

Sarebbero almeno venti i bambini vittime delle due insegnanti. I militari, secondo quanto si è appreso, dopo avere ricevuto delle segnalazioni anonime hanno deciso di installare delle telecamere con le quali sarebbero state ripresi i maltrattamenti. In particolare si vedrebbero i bambini mentre, al solo avvicinarsi delle maestre, si coprivano il visto con le braccia.

All’interno dell’asilo sono in corso le verifiche dei carabinieri del Nas per ulteriori verifiche sanitarie e del Nil per accertare la regolarità di contratti e dipendenti dell’asilo che era autorizzato e regolarmente in attività.

I carabinieri stanno anche sentendo i genitori dei bambini per capire se i figli abbiano o meno, nel tempo, manifestato comportamenti sospetti riconducibili a quanto sarebbe accaduto all’interno della struttura.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •