X

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – Due arresti per violenze sulle donne in provincia di Cosenza.

Nel primo caso, voleva far pagare alla moglie la separazione e il divorzio. Per questo un 50enne di Cosenza ha perseguitato, pedinato e minacciato l’ex moglie. Fino alla tarda serata di ieri quando, chiamati dalla vittima ormai esasperata, hanno arrestato l’uomo per atti persecutori. Quando gli agenti delle Volanti sono intervenuti, il 50enne era ancora sotto casa della vittima, in pieno centro cittadino, contro la quale inveiva minacciandola ripetutamente.

Nel secondo caso, il personale del Commissariato di polizia di Paola ha registrato ogni giorno insulti, botte, spintoni contro il muro tali da procurare diversi traumi alla moglie vittima dei maltrattamenti.

Il responsabile un cinquantenne calabrese che è stato arrestato dagli agenti. L’uomo era stato già condannato in via definitiva dal Tribunale di Palermo per violenze nei confronti della sua ex moglie siciliana e ai domiciliari a Paola.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares