X
<
>

L'autoarticolato coinvolto nell'incidente

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – Due baresi di Gravina in Puglia e un cosentino di Rose, sono le tre vittime del grave incidente stradale avvenuto questa mattina sualla statale 100 Taranto-Bari, tra lo svincolo di Mottola e quello di san Basilio, teatro di precedenti tragedie.

Si tratta di Salvatore Festa, 49enne, conducente della Fiat Multipla, una delle due auto coinvolte, e Santino Loiudice, 49, passeggero. La terza vittima è Giuseppe Terranova, 49enne di Rose (Cosenza), conducente della Fiat Panda.

Sono rimasti feriti anche gli altri due passeggeri della Fiat Multipla, di cui uno in prognosi riservata, e l’autista dell’autoarticolato Scania, che sono stati trasportati per le successive cure negli ospedali di Castellaneta e “Santissima Annunziata” di Taranto. Poiché l’incidente ha interessato tutti e due i sensi di marcia, la statale 100 è rimasta bloccata dalle 6.30 di stamattina fino alle successive 13.30 circa. Sul posto, per i rilievi ed il blocco della circolazione, sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Mottola e dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Massafra.

La dinamica dell’incidente è tuttora al vaglio degli inquirenti. Su disposizione della Procura di Taranto, in particolare del Pubblico Ministero di turno, i mezzi coinvolti nell’incidente sono stati sequestrati. Nell’impatto sono rimaste coinvolte le due autovetture e un autoarticolato. Il camion è finito in una scarpata e le condizioni del conducente sono considerate gravissime. La Fiat Multipla è stata scaraventata sul guard rail e si è accartocciata, mentre la Fiat Panda si è ribaltata.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares