X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

LONGOBUCCO (COSENZA) – Avrebbero posizionato alcuni bocconi intrisi di veleno per cani lungo la via centrale del paese. Due persone sono state denunciate dai carabinieri a Longobucco con l’accusa di uccisione di animali.

Il fatto risalirebbe al 14 febbraio e le indagini sono partite in seguito alla segnalazione di un cittadino.

Dopo il recupero della carcassa di un animale e di alcuni dei bocconcini avvelenati, che sono stati sottoposti ad analisi di laboratorio con la collaborazione del servizio veterinario dell’Azienda sanitaria provinciale, i militari, grazie all’ausilio delle riprese registrate dagli impianti di videosorveglianza comunali, sono riusciti a ricostruire i movimenti dei due uomini risalendo successivamente alla loro identificazione.

L’avvelenamento, secondo quanto emerso dagli accertamenti, si sarebbe verificato anche perché nella zona interessata sono presenti allevamenti di ovini per i quali i cani randagi rappresenterebbero una potenziale minaccia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares