X

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – In meno di un mese è stato rintracciato il presunto autore della tentata rapina alla filiale di corso Mazzini, a Cosenza, della Banca Popolare di Bari.

Nel pomeriggio di ieri la Squadra Mobile ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip presso il Tribunale ordinario di Cosenza, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un pregiudicato cosentino, F.V. di anni 46 accusato di rapina, violenza privata, porto abusivo di oggetti atti ad offendere, evasione.

La rapina era avvenuta attorno alle 11 del 17 giugno scorso (LEGGI) quando un individuo con una tuta da meccanico, un cappellino e una mascherina ha fatto irruzione all’interno dell’istituto bancario e dopo aver scavalcato il vetro che divide le casse dal pubblico, sotto la minaccia di un taglierino ha intimato ad alcuni dipendenti di consegnare il denaro contenuto nelle casse.

L’inaspettata reazione di alcuni dipendenti che lo hanno aggredito brandendo alcune sedie, hanno indotto il malvivente a farsi scudo con un cliente lì presente per guadagnare l’uscita e scappare via.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares