X
<
>

La Compagnia carabinieri di Rende

Tempo di lettura < 1 minuto

RENDE (COSENZA) – Ha tentato il suicidio per una delusione amorosa ma, ormai agonizzante, è stato soccorso e salvato dai carabinieri. E’ accaduto a Rende, in provincia di Cosenza.

Protagonista un ventunenne, studente universitario fuori sede, che dopo avere inviato un messaggio ad un’amica ha cercato di togliersi la vita tagliandosi i polsi e lasciandosi andare con un cavo al collo ancorato all’anta di un armadio dell’abitazione.

I militari della Compagnia di Rende, allertati telefonicamente dai genitori del ragazzo, sono riusciti a raggiungere la palazzina dove vive e sono stati attirati dalla presenza di musica ad altissimo volume. Entrati nell’appartamento, dopo avere sfondato la porta d’ingresso, i militari hanno soccorso il ragazzo agonizzante tagliando il cavo che gli stringeva il collo, tamponando le ferite ai polsi e praticandogli il massaggio cardiaco.

L’intervento è valso a salvare la vita del ventunenne che è stato poi affidato alle cure dei sanitari del 118. Ricoverato in gravi condizioni all’ospedale dell’Annunziata, adesso è fuori pericolo. Uno dei militari durante l’intervento si è procurato una ferita alla mano.

  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares