X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

Si tratta di una granata inesplosa risalente al secondo conflitto mondiale che è esplosa nonostante l’usura e la corrosione

MORMANNO (CS) – Intervento dei militari della caserma “Manes” a Mormanno, su un residuato bellico rinvenuto in Contrada Pantano. Gli artificieri informati di questo ritrovamento nei giorni scorsi, sono intervenuti ieri mattina per neutralizzare il pericoloso residuato inesploso.

La munizione, risalente al secondo conflitto mondiale, era una granata d’artiglieria tedesca anticarro da 75mm. Il team intervenuto dopo averne constatato la pericolosità e lo stato di rinvenimento, ha provveduto al suo brillamento.

Nonostante la corrosione e l’evidente stato di usura, la munizione ha regolarmente brillato sotto il riparo di sacchetti di sabbia predisposto dagli specialisti, per evitare la proiezione di micidiali schegge.

A gennaio gli artificieri castrovillaresi hanno neutralizzato l’enorme ordigno ritrovato a Villa San Giovanni e nei giorni scorsi hanno partecipato ad una imponente esercitazione militare sulle Murge completamente equipaggiati per la neutralizzazione degli ordigni improvvisati terroristici e di ogni ordigno inesploso, non ultime le mine che mietono numerose vittime tra i civili.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares