X

Tempo di lettura < 1 minuto

E’ stata la guardia di finanza a scoprire che la struttura che impediva l’avvio dei lavori era abusiva

CORIGLIANO CALABRO (CS) – Da circa due anni i lavori pubblici per il potenziamento di un’arteria di collegamento stradale e la realizzazione di una rotatoria a Corigliano Calabro erano sospesi a causa della presenza di un chiosco per la vendita di alimenti realizzato abusivamente. A scoprirlo sono stati i finanzieri della sezione di Corigliano del Reparto operativo aeronavale di Vibo Valentia.

Facendo un controllo, i finanzieri hanno scoperto che l’attività, autorizzata in forma ambulante con l’uso di un mezzo, di fatto la esercitava in forma stabile avendo realizzato un box metallico di circa 10 metri quadri fissato al suolo ed incernierato al veicolo.

Il prefabbricato in metallo, adibito a magazzino dei frigoriferi e ricovero degli attrezzi, occupava abusivamente il suolo demaniale ed era collegato illegalmente ad un vicino palo di rete di distribuzione pubblica di energia elettrica. L’intervento della Guardia di finanza ha portato alla demolizione della struttura consentendo così la ripresa dei lavori pubblici.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares