X
<
>

Una immagine di mare sporco

Condividi:

La segnalazione è partita per il cattivo odore che proveniva dalle acque del fiume vicino a San Nicola Arcella

SCALEA (CS) – I Carabinieri della Stazione di Scalea, lungo la fascia tirrenica cosentina, a seguito di alcune segnalazioni circa la presenza di un ruscello di acqua maleodorante nelle campagne che circondano la cittadina di San Nicola Acella, unitamente ai militari del Nucleo Operativo Ecologico di Catanzaro, hanno effettuato un’accurata battuta in zona localizzando l’area d’interesse.

Successivi accertamenti hanno permesso di individuare la fonte di tale inquinamento in un villaggio turistico della zona che, in un tratto della rete fognaria riversava reflui che interessavano per pendenza il terreno sottostante.

Due i responsabili deferiti in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria per gettito pericoloso di cose in concorso. Il tempestivo intervento dei Carabinieri in risposta alle segnalazioni di privati cittadini ha permesso di evitare ulteriori danni ambientali alla macchia mediterranea che circonda il paese di San Nicola Arcella.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA