X
<
>

Condividi:

COSENZA – Due ordigni rudimentali sono stati fatti esplodere da ignoti nella notte a Cosenza. I veicoli appartengono alla moglie del sindaco di Rende Marcello Manna e di un imprenditore della città titolare di una concessionaria di autoveicoli. Gli ordigni, due bombe carta, la cui esplosione è stata sentita anche a diversi chilometri di distanza fino a Cosenza, sono stati piazzati sui cofani delle auto, due Smart sostanzialmente uguali, ed hanno provocato danni al cofano, al parabrezza e parzialmente al motore, dall’entità dei danni, comunque, si ritiene che l’ordigno fosse di potenziale ridotto benché in grado di produrre danni rilevanti.

Al momento le indagini sono orientate in tutte le direzioni anche se al momento le indagini sembrano orientate più verso l’ipotesi che l’intimidazione riguardi l’imprenditore e non il sindaco in quanto l’auto danneggiata era in uso alla moglie del primo cittadino che non ne avrebbe normalmente fatto uso.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA