X
<
>

Le armi e le munizioni sequestrate dagli agenti del Corpo Forestale

Tempo di lettura < 1 minuto

A San Donato di Ninea, in provincia di Cosenza, gli agenti hanno anche sequestrato armi e munizioni ai tre cacciatori abusivi

SAN DONATO DI NINEA (COSENZA) – Avevano abbattuto illegalmente due cinghiali nascondendoli all’interno di un fuoristrada. Tre cacciatori provenienti da Cetraro sono stati denunciati a San Donato di Ninea da personale del Corpo forestale dello Stato che ha sequestrato loro anche tre fucili da caccia, munizioni e alcune torce.

Gli agenti, intervenuti dopo avere udito alcuni colpi di arma da fuoco in località «Corticaro» di San Donato di Ninea, hanno fermato e ispezionato il mezzo trovando all’interno dell’abitacolo i due esemplari di ungulati appena abbattuti e nascosti sotto una coperta e alcuni sacchi di plastica.

I tre cacciatori sono stati denunciati perché gli animali sono stati abbattuti in violazione alla normativa sulla caccia e in un periodo di chiusura generale, in orari non consentiti e nei confronti di una specie la cui attività venatoria ora non è consentita.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares