X

Tempo di lettura < 1 minuto

A Diamante, sulla costa tirrenica cosentina, era tutto pronto: ha bloccato tutto il questore e l’autorizzazione concessa dal sindaco è stata revocata

DIAMANTE (COSENZA) – Sembra quasi una moda ormai: gli sposi atterrano a bordo di un elicottero. Fa più scena. Questa volta ad evitare che l’atterraggio avvenisse in una area pubblica è stata l’attività rapida di indagine dei carabinieri della stazione di Diamante coordinati dai militari della locale Compagnia, con al comando il capitano Albero Pinto.

Il volo è per un matrimonio in programma oggi. La scena doveva essere allestita nell’area del Corvino, zona fluviale e demaniale. Pare che l’atterraggio fosse già stato autorizzato dalla Polizia municipale locale. Anche se in questi casi, l’autorità preposta a decidere tali autorizzazioni è il sindaco.

I carabinieri dopo un’attenta attività di indagini hanno anche individuato alcune persone interessate alla cerimonia con precedenti di polizia.

Sulla questione è intervenuto direttamente il Questore di Cosenza che ha bloccato questa fase della cerimonia, chiedendo al sindaco Sollazzo, di revocare l’autorizzazione. Così è stato. Ora l’elicottero atterrerà comunque in un’area privata nei pressi dell’isola di Cirella.

L’episodio è avvenuto a pochi giorni di distanza da un matrimonio di Nicotera dove gli sposi sono arrivati in elicottero (LEGGI e GUARDA LA GALLERY). Un fatto che però ha innescato un’inchiesta (LEGGI) da parte della procura di Vibo Valentia. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares