X
<
>

Uno degli ovuli contenente eroina che l'uomo aveva nello stomaco

Condividi:

L’uomo è stato sorpreso vicino alla stazione ferroviaria e poi accompagnato in ospedale per gli accertamenti necessari

COSENZA – I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Cosenza hanno arrestato due persone per spaccio di sostanze stupefacenti. I due, in due operazioni diverse, sono stati trovati in possesso complessivamente di oltre 100 grammi di eroina e cocaina.

Uno dei due arrestati è di origine extracomunitaria, proveniente dalla Campania, ed è stato fermato nei pressi della stazione ferroviaria di Cosenza per il possesso di oltre 85 grammi di eroina, presumibilmente destinata al mercato cosentino, contenuta in 2 ovuli. I finanzieri, insospettiti dal comportamento del soggetto, lo hanno accompagnato in ospedale dove, attraverso esami diagnostici, è stata rilevata la presenza nel suo organismo degli ovuli contenenti sostanza stupefacente.

[editor_embed_node type=”photogallery”]76069[/editor_embed_node]

 

Si tratta questa – comunicano dalla Guardia di Finanza – di una pratica utilizzata per il trasporto occulto della sostanza stupefacente molto pericolosa per la salute del soggetto in quanto espone al rischio di rottura degli ovuli e alla diffusione diretta della sostanza stupefacente nell’organismo. L’uomo a quel punto è stato arrestato e rischia da un minimo di 6 ad un massimo di 20 anni di reclusione.

A Rende, invece, dopo la perquisizione di un condominio, sono stati ritrovati e sequestrati 22 grammi di cocaina, denaro contante e assegni per un totale di circa tremila euro. Un soggetto con numerosi precedenti penali è stato tratto in arresto per spaccio di sostanze stupefacenti ed un consumatore è stato segnalato all’autorità amministrativa.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA