Una prostituta

Tempo di lettura < 1 minuto

RENDE (COSENZA) – E’ finita con la denuncia di tre persone, a Rende, una lite fra una prostituta ed un cliente per una prestazione sessuale pagata e non consumata. Per il reato di “esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone e sulle cose” i Carabinieri hanno denunciato un 29enne cosentino e, per violenza privata in concorso, una 24enne e una 30enne entrambe venezuelane.

I militari, nella nottata di ieri, sono intervenuti nell’abitazione delle donne dove, poco prima, il 29enne, con un suo amico 21enne residente a Cosenza, dopo aver pagato 20 euro alla 30enne in cambio di una prestazione sessuale poi non concretizzatasi a causa del rifiuto della donna di consumare il rapporto e di restituirgli il denaro, ha schiaffeggiato la prostituta e le ha distrutto il pc ed il telefono cellulare per poi allontanarsi velocemente.

L’amico, invece, rimasto nell’abitazione, è stato rinchiuso all’interno dell’appartamento dalle due donne le quali, bloccata la porta d’ingresso, si sono chiuse in una stanza e, urlando, hanno richiamato l’attenzione dei vicini.

Il 21enne, preso dal panico, per scappare dall’abitazione, si è lanciato da un balcone al secondo piano dello stabile, riportando ferite agli arti inferiori e superiori per le quali èricoverato, in prognosi riservata, all’ospedale civile di Cosenza.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •