X
<
>

Il messale rubato

Condividi:

COSENZA – Ha atteso che il sacerdote e i fedeli fossero usciti dalla cappella dell’ospedale di Cosenza, al termine della messa di Pasqua, per potersi avvicinare all’altare dove si è appropriato del messale utilizzato per la celebrazione per poi allontanarsi.

Un uomo di 48 anni, incensurato, è stato denunciato dai carabinieri in stato di libertà con l’accusa di furto. Ad accorgersi di quanto era accaduto domenica è stato un dipendente dell’ospedale che aveva seguito il ladro fino a quando questi era salito a bordo della sua auto per dileguarsi. I carabinieri, grazie alle indicazioni fornite dal dipendente che aveva appuntato modello dell’auto e qualche numero della targa, sono riusciti a risaliti all’autore del singolare furto in un comune dell’hinterland.

Dopo una perquisizione veicolare il messale, nascosto nella vettura, è stato ritrovato e consegnato ai Frati Cappuccini dell’ospedale dell’Annunziata. L’uomo alla richiesta di motivare il gesto non ha fornito alcuna spiegazione. 

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA