X
<
>

La Compagnia carabinieri di Rende

Condividi:

RENDE (COSENZA) – Due persone arrestate per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e inosservanza degli obblighi della sorveglianza speciale, altre due denunciate per guida in stato di ebbrezza, quattro segnalate quali assuntori di sostanze stupefacenti. E’ il bilancio dei controlli svolti nelle ultime 24 ore dai carabinieri della Compagnia di Rende.

In particolare, militari dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo operativo e radiomobile hanno tratto in arresto un 21enne cosentino per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane aveva, nella tasca dei jeans, un involucro in cellophane contenente un grammo di cocaina. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di trovare 300 grammi di marijuana, 1 grammo di hashish, un frullatore contenente tracce di cocaina, sostanze da taglio e materiale di confezionamento, tutto sottoposto a sequestro. L’arrestato, al termine delle formalitaà di rito, è stato accompagnato pagli arresti domiciliari.

Un 26enne cosentino è stato arrestato per inosservanza degli obblighi della sorveglianza speciale. Il giovane, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Cosenza, al momento del controllo era a Rende a fare shopping nel centro commerciale “Metropolis”.

Sul piano dell’azione di contrasto alla diffusione di sostanze stupefacenti i militari dell’Aliquota Radiomobilee della Stazione Carabinieri di Luzzi hanno segnalato alla prefettura di Cosenza, quali assuntori di sostanze stupefacenti un 30enne di Luzzi, un 35enne, un 19enne e un 20enne cosentini. Durante una perquisizione sono stati trovati in possesso di 3 grammi di marijuana e 6 di hashish.

Per il reato di guida in stato di ebbrezza sono stati denuciati due automobilisti i quali, controllati alla guida delle rispettive autovetture e sottoposti ad accertamento etilometrico, sono risultati positivi con un tasso alcolemico superiore ai limiti previsti dalla legge. Le patenti sono state ritirate e le autovetture affidate a persone idonee alla guida. 

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA