Tempo di lettura < 1 minuto

CORIGLIANO ROSSANO (COSENZA) – Una versione poco altruista del buon samaritano quella scoperta dagli agenti della Polizia a Corigliano Rossano. In tre, infatti, hanno contattato una donna proponendole la restituzione del telefono cellulare smarrito dal figlio in cambio di una somma di denaro.

I tre cittadini romeni protagonisti dell’accaduto sono stati arrestati a Corigliano Rossano con l’accusa di estorsione dal personale della Squadra volante della Questura di Cosenza e della polizia giudiziaria del locale Commissariato. I tre, dopo avere trovato il cellulare, avrebbero contattato la vittima e le avrebbero chiesto denaro in cambio della restituzione del telefono, fissandole un appuntamento nel parcheggio di un supermercato.

La donna però, in precedenza, aveva informato i poliziotti della richiesta estorsiva subita. Per questo motivo all’incontro si sono presentati a distanza anche i poliziotti che, dopo avere assistito alla consegna della somma di denaro pattuita da parte della vittima, sono intervenuti e hanno arrestato il terzetto in flagranza di reato.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •