L'arresto di Francesco Strangio

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

ROSE (COSENZA) – Tre involucri termosaldati contenente tre chilogrammi di cocaina. A trovarli sono stati gli agenti della Squadra mobile e della sezione di polizia giudiziaria della Procura della Repubblica di Cosenza.

La droga era stata nascosta nel territorio di Rose in un canalone retrostante l’edificio all’interno del quale, la sera del 14 febbraio scorso, è stato catturato il latitante di ‘ndrangheta Francesco Strangio (LEGGI LA NOTIZIA), di 29 anni, ritenuto contiguo alla cosca Strangio-Janchi di San Luca. La sostanza stupefacente sequestrata, una volta immessa nel mercato, avrebbe fruttato oltre 100mila euro.

La Polizia ha avviato indagini per accertare se i tre chilogrammi di cocaina trovati siano da ricondurre alla presenza di Francesco Strangio nella zona.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •