X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – Picchia la compagna dopo che precedentemente la donna, assieme a lui, aveva incontrato l’ex marito per discutere dell’affidamento dei loro figli. Un ventunenne è stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri a Cosenza con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

I militari del Nucleo radiomobile sono intervenuti in una zona centrale della città a seguito di una richiesta giunta al 112 dopo che un quarantasettenne e l’ex moglie di 43 avevano avuto poco prima una accesa discussione. In seguito all’arrivo dei militari, gli animi si sono placati e la donna ha lasciato l’abitazione dell’ex marito in compagnia del nuovo compagno 21enne.

Poco dopo, però, la 43enne ha fatto ritorno da sola e con il viso sanguinante chiedendo aiuto poiché il ragazzo l’aveva violentemente percossa verosimilmente per un raptus di gelosia. La donna successivamente ha anche perso momentaneamente i sensi.

Di lì a poco è tornato anche il nuovo compagno che, in stato di evidente agitazione, ha prima tentato di aggredire l’ex marito che si è barricato in casa e poi i carabinieri che hanno tentato di riportarlo alla calma.

Il giovane, infatti, si è scagliato contro i militari aggredendoli con calci e pugni fino a quando non è stato immobilizzato. Nella colluttazione uno dei carabinieri è stato ferito ed è stato costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso dove si è recato assieme alla donna vittima dell’aggressione.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares