X
<
>

La droga sequestrata nel Cosentino

Tempo di lettura < 1 minuto

SAN VINCENZO LA COSTA (CS) – I carabinieri della Compagnia di Rende, insieme a quelli dello squadrone eliportato Cacciatori di Calabria e delle unità cinofile del Nucleo di Vibo Valentia, hanno arrestato in flagranza di reato un uomo di 50 anni, coltivatore agricolo, per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’episodio si è verificato a San Vincenzo La Costa. I militari, al termine di un servizio di osservazione notturno svolto dai Cacciatori unito a un capillare controllo del territorio, sono riusciti a individuare una coltivazione di marijuana occultata all’interno di un terreno e sistemata in mezzo ad altre destinate alla coltura di ortaggi. 

Nel corso della perquisizione, carabinieri hanno trovato oltre cinquanta piante di canapa indiana seminate in un terreno di proprietà e il controllo, esteso anche ad altri locali presenti nelle adiacenze della coltivazione, ha consentito di rinvenire all’interno di un casolare in uso all’uomo, anche grazie al fiuto di Black, il pastore tedesco in servizio al Nucleo Cinofili, oltre tre chili di marijuana già essiccata e pronta per essere venduta, oltre a venti grammi di cocaina già suddivisa in dosi, due bilancini di precisione e cinquemila euro in banconote di diverso taglio.

Le piante, lo stupefacente e tutti i materiali trovati sono stati sequestrati. Una volta immessa sul mercato illegale, la droga avrebbe fruttato diverse centinaia di migliaia di euro. L’uomo, su disposizione dell’autorità giudiziaria di Cosenza, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA