X
<
>

Il raid vandalico nella scuola del quartiere Doria di Cassano

Condividi:

CASSANO (CS) – Nuova azione vandalica ai danni del plesso scolastico del quartiere di Doria. Nella giornata di mercoledì scorso, infatti, ignoti sono penetrati per la seconda volta nel giro di poche settimane nel plesso scolastico di Doria rompendo una porta, una finestra e devastando una parte della mobilia presente nella struttura.

La loro idea, probabilmente, era quella di rubare anche qualcosa, ma il pronto intervento dell’istituto di vigilanza Assipol ha evitato guai peggiori. Per danneggiare la porta è stato impiegato del materiale esplosivo, verosimilmente un petardo. 

Dicevamo, non si tratta della prima volta. Purtroppo. La frazione era stata già attenzionata dai vandali sia a settembre, in occasione della riapertura delle scuole, sia lo scorso giugno mentre venivano completati i lavori di rifacimento dei marciapiedi comunali.

Sull’accaduto si è espresso anche il sindaco della città, Gianni Papasso, con un lungo intervento scritto sulla pagina Facebook del Comune, Un’azione che è stata condannata e stigmatizzata dal primo cittadino e dall’intera amministrazione. «Non capiamo cosa ci sia di utile in questi gesti – ha commentato Papasso – che devastano soltanto questi luoghi dove si formano le nuove generazioni e il futuro della nostra città.

Censuriamo fortemente questi atti che portano a perdite di tempo e di danaro pubblico». Sul posto in cui si è consumata l’azione vandalica sono intervenuti la polizia locale, diretta dal comandante Anna Maria Aiello e la squadra manutenzione dell’ente comunale.

Presso il plesso scolastico di Doria è intervenuta “anche una pattuglia della compagnia dei carabinieri di Cassano per un sopralluogo in attesa che i referenti comunali sporgano denuncia. L’ultimo raid nelle scuole cassanesi si era verificato lo scorso o 29 ottobre, nei locali della scuola per l’infanzia “Bonilli”, conosciuta come l’asilo delle monache nel rione Pallice.

Una volta dentro, dopo aver messo a soqquadro alcuni ambienti e aver rovistato negli uffici e negli armadi, i ladri avevano portato via alcune apparecchiature, tra cui la macchina per la sanificazione dei locali, quella per il caffè, comprese le cialde, oltre a due computer, di cui un portatile, e altre cose utili ai bambini per le loro attività quotidiane. (a. i.)

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA