X

La Questura di Cosenza

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – La Squadra Mobile della Questura di Cosenza ha eseguito un’ordinanza di applicazione di misure cautelari con collocamento in comunità, emessa dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale dei Minorenni di Catanzaro su richiesta della Procura della Repubblica, a carico di 2 minori ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti davanti a varie scuole e nel caso di uno dei due anche di estorsione.

L’attività ha preso spunto dalla scoperta, nello scorso mese di ottobre, di una cospicua quantità di sostanza stupefacente di tipo marijuana all’interno di una scuola cittadina nel corso di un controllo antidroga della Polizia di Stato.

Le successive indagini, coordinate dal Procuratore della Repubblica dei Minorenni e condotte dalla Squadra Mobile Bruzia, hanno consentito di individuare e ricostruire diversi episodi di cessione di stupefacenti a giovanissimi avvenuti quasi sempre in prossimità di alcune scuole e circoli ricreativi frequentati da minori.

Le vicende ricostruite si sono snodate in un vasto arco temporale di riferimento dimostrativo delle condotte illecite rispetto alle quali la competente Autorità giudiziaria ha colto elementi sintomatici della gravità delle condotte degli indagati. I due giovanissimi dopo le formalità di rito sono stati collocati in una comunità per minori.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares