Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto

ROMA – La notizia che Davide Morrone, condannato per l’omicidio di Fabiana Luzzi tramortita e poi arsa mentre era ancora in vita a Corigliano il 24 maggio 2013, in provincia di Cosenza (LEGGI LA NOTIZIA), possa usufruire di permessi premio non passerà senza ulteriori accertamenti.

In particolare, il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha incaricato l’ispettorato del ministero di compiere le opportune verifiche sul caso dei permessi concessi a Davide Morrone, (LEGGI LA SUA CONFESSIONE SHOCK).

Nel dettaglio, a chi ha potuto sentirlo, Bonafede ha mostrato di essere rimasto umanamente colpito dalla vicenda.