X
<
>

Un'operazione dei carabinieri

Tempo di lettura 2 Minuti

COSENZA – Operazione dei carabinieri del Comando provinciale di Cosenza tra le città di Castrovillari e Cassano all’Ionio per smantellare una rete di pusher che riusciva a soddisfare la diffusa domanda di cocaina, eroina, hashish e marijuana delle diverse piazze di spaccio.

Il nome in codice dell’operazione è “Big Square” ed ha permesso di individuare un vero e proprio supermarket della droga.

Tra i clienti abituali individuati nel corso delle attività investigative anche alcuni minorenni. Oltre cento i carabinieri che hanno proceduto all’esecuzione di 12 misure cautelari ed alla notifica di 12 avvisi di garanzia.

Una persona è stata portata in carcere, 7 sono andate agli arresti domiciliari e e 4 hanno ricevuto l’obbligo di dimora. Sono in corso di notifica, inoltre, 24 avvisi di garanzia per detenzione di stupefacenti.

Durante le indagini sono state monitorate 33 utenze telefoniche, eseguite intercettazioni ambientali e installate due telecamere sulla piazza di spaccio di Castrovillari. Segnalate alla Prefettura di Cosenza anche 64 persone per uso personale di droga. Sono stati recuperati circa un chilo di sostanze tra cocaina, eroina, marijuana e mannite.

Gli spacciatori usavano Whatsapp e Messenger per comunicare le cessioni di droga, cercando in questo modo di evitare i controlli delle forze dell’ordine, prendendo accordi con gli acquirenti o tra di loro.

Nello specifico, durante le indagini sono stati sequestrati 500 grammi di marjuana, 133 grammi di cocaina, 25 grammi di eroina, 200 grammi di hashish, 32 grammi di sostanza da taglio di tipo “mannite”. Sempre durante le indagini è stato possibile arrestare nove persone in flagranza di reato; sei persone denunciate; 71 riscontri all’attività intercettiva che hanno portato a segnalare alla Prefettura di Cosenza 64 persone per uso personale.

Durante una perquisizione domiciliare, i componenti dello stesso nucleo familiare, composto da 5 persone tutte poi arrestate, sono stati sorpresi mentre erano intenti a maneggiare ed a confezionare delle dosi di eroina per un totale di 23 grammi, di cui 10 grammi già suddivisa in 26 dosi termosaldate in bustine di plastica comunemente utilizzata per la spesa e 14 grammi in polvere.

  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares