X
<
>

La Procura di Paola

Tempo di lettura < 1 minuto

PAOLA (COSENZA) – Nella mattinata odierna sono state eseguite sette misure cautelari, perquisizioni e sequestri per reati di corruzione, tentata estorsione, falso e abuso d’ufficio per fatti avvenuti in occasione delle elezioni comunali del 2019 di Longobardi.

A Mario Veltri e Andrea Amendola è stata applicata la misura della custodia cautelare in carcere, Donatella Attanasio (ex consigliere comunale) ed Elena Miceli (attuale consigliere comunale) sono finite ai domiciliari, per Nicola Aloe e Maria Angela Aloe è stato disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Salvatore Carnevale (all’epoca dei fatti dirigente dell’ufficio tecnico), infine, è destinatario di una misura interdittiva di sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio e servizio per 7 mesi. Le misure cautelari sono state emesse dal gip presso il Tribunale di Paola, Rosa Maria Mesiti, su richiesta della Procura della Repubblica di Paola.

Le indagini condotte dalla Sezione di P. G. della Polizia di Stato e coordinate dal procuratore Pierpaolo Bruni hanno consentito di ricostruire un tentativo di estorsione realizzato ai danni di una ragazza alla quale era stato imposto di rinunciare a presentare la propria candidatura in una lista avversaria rispetto a quella sostenuta dagli indagati.

Nel prosieguo delle indagini, oltre che condotte di falso e abuso di ufficio, sono emersi anche fatti di corruzione: furono promessi voti in cambio di favori e intercessioni presso un ufficio del comune.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares