X
<
>

Il giovane Serghej Antony Morelli

Tempo di lettura 2 Minuti

AMANTEA – È stato aperto un fascicolo penale con sequestri ordinati dal magistrato di turno in seno alla Procura della Repubblica di Paola per chiarire fatti e circostanze legate all’incidente che, giorni fa, ha portato alla morte di un 17enne del luogo.

La Procura della Repubblica di Paola ha infatti disposto il sequestro della salma del 17enne di Amantea, Serghej Antony Morelli, morto lunedì mattina, a seguito di un incidente stradale (LEGGI), mentre percorreva in sella alla sua moto la strada provinciale 278 che conduce al comune di Lago.

L’autorità giudiziaria ha conferito l’incarico a un perito per eseguire l’autopsia al fine di accertare le cause che hanno portato all’incidente e quindi al decesso del giovane. Ciò al fine di comprendere se realmente il sinistro stradale sia stato provocato dal fumo sprigionato da un incendio divampato sulle montagne a ridosso dell’arteria stradale che stava percorrendo il ragazzo a bordo della sua moto.

Anche perché, il punto preciso dove è stato registrato lo schianto fatale del centauro, contro il guard-rail, è stato localizzato in un rettilineo, da qui l’ipotesi che il fumo abbia offuscato improvvisamente la vista di Morelli (LEGGI), facendogli perdere il controllo del mezzo finito fuori strada.

In tale contesto va considerato anche il fatto che la moto di Morelli era 125, una cilindrata bassa per poter raggiungere una velocità elevata lungo un rettilineo, tale da giustificare l’uscita di strada. Ma di questo si sta occupando la Procura, unitamente a dichiarazioni a verbale di persone che avrebbero assistito ai fatti.

Il corpo del 17enne, al momento si trova presso la camera mortuaria dell’Ospedale civile “Iannelli” di Cetraro, dove sarà eseguita l’autopsia, e subito dopo restituita ai genitori affinché possano celebrare il rito funebre. Serghej Antony Morelli, è stato ricordato sui social, da amici e persone che lo hanno conosciuto, come un ragazzo molto disponibile, allegro, dolce.

Amava la musica (suonava la chitarra), le moto, e anche fare sport (calcio e padel). Ha frequentato il liceo scientifico di Amantea, e alcune docenti hanno rivolto un pensiero di vicinanza alla famiglia, sottolineando il fatto che fosse un ragazzo apprezzabile, disponibile, rispetto degli altri.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA