X
<
>

L'auto incendiata pochi giorni fa a Rossano

Tempo di lettura 2 Minuti

CORIGLIANO ROSSANO (COSENZA) – La città di Corigliano-Rossano negli ultimi giorni al centro di atti criminali (LEGGI) chiede a gran voce legalità e sicurezza. Questa sera, infatti, alle ore 19.30, in piazza San Bartolomeo ad alcune centinaia di metri dell’ultimo pestaggio e all’incendio dell’autovettura Alfa Romeo 154 in uso al noto pregiudicato rossanese G.S., nel cuore del centro storico bizantino, manifesterà per chiedere più attenzione allo Stato e schierarsi al fianco dei cittadini per dire “no” alla recrudescenza del fenomeno criminoso che in questi ultimi mesi sta colpendo l’intera comunità.

L’amministrazione comunale, nei giorni scorsi, ha tenuto un tavolo condiviso con le sigle sindacali, i rappresentanti della chiesa, le associazioni e la società civile. Insieme si è deciso di dare vita ad una manifestazione statica, di sola imponente presenza fisica, dura nel messaggio di compattezza che si vuole mandare. “A Corigliano Rossano non attacca“, lo slogan coniato per l’occasione. Un no deciso al nuovo avanzare del fenomeno criminale.

«L’idea della manifestazione è nata a seguito degli ultimi avvenimenti criminali epilogo di una lunga serie di episodi per i quali non possiamo rimanere silenti – ha affermato il presidente del consiglio comunale Marinella Grillo – abbiamo con-diretto il tavolo dei lavori di preparazione a questa manifestazione, non siamo una città omertosa e per questo scendiamo in piazza per dire no alla criminalità e come istituzioni vogliamo fare sentire la vicinanza ai cittadini e alle forze dell’ordine che lavorano sotto organico. È impensabile che una città di 80.000 abitanti non abbia un Presidio di Giustizia che un Commissariato di Polizia di Stato rimanga tale con 51 unità di polizia e non venga elevato a dirigenza come preannunciato e senza attendere il 2027. Oggi chiediamo legalità e sicurezza».

L’appuntamento è quindi alle 19.30 in piazza San Bartolomeo, vestiti con una maglietta bianca e circondati da striscioni inneggianti alla legalità e dotati di palloncini colorati che, al momento opportuno, saranno lasciati liberi di volare.

Nel corso della serata saranno illuminati di verde, per non lasciare che la serata “si spenga” solo in quella data, il Castello (area Corigliano calabro) e la Torre dell’Orologio (area Rossano), mentre dal giorno dopo lo striscione, simbolicamente portato dall’Amministrazione comunale, campeggerà sul Palazzo di Città.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA