X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – Ogni uomo e donna ha diritto ad una sepoltura. Ma anche morire ha un maledetto costo.

Giuseppe Greco, 51 anni, cosentino di via Popilia è ricordato come uomo buono, generoso, leale. Per sua sfortuna è morto di tumore il 25 maggio del 2020.

Da pochi giorni, Sergio Crocco, della Terra di Piero, ha scoperto che il corpo del povero uomo non è stato ancora tumulato per problemi economici. E per questo motivi ha lanciato una sottoscrizione con gli amici di Giuseppe per evitargli di andare a riposare nella nuda terra.

Dalla sua bacheca facebook, Crocco, ha lanciato l’appello “per questione di civitas e umanità”. Per aderire si può passare direttamente dalla Terra di Piero o fare un bonifico (Intestazione: La Terra di Piero; IBAN: IT75S0100516200000000002970; Banca: BNL Filiale di Cosenza) con la causale “Per Giuseppe Greco”.

La Terra di Piero ha aperto la raccolta con 200 euro, che sarà interrotta appena sarà raggiunta la cifra per seppellire Giuseppe. Il buon cuore di Cosenza risponderà con generosità all’appello.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA