Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

MONGRASSANO (COSENZA) – Probabilmente è inciampata tra la sterpaglia e poi è precipitata nel burrone, nel quale l’hanno avvistata alcuni cittadini. È morta quasi certamente per una caduta accidentale ma fatale la donna rinvenuta ieri, priva di vita, in un dirupo a ridosso della strada che dal comune di Mongrassano porta nella frazione Cavallerizzo di Cerzeto.

La settantenne, ormai pensionata e che viveva a pochi chilometri dal luogo della tragedia, si era allontanata da casa nella giornata di giovedì, non facendo più rientro, tanto da preoccupare i figli, che ne hanno immediatamente denunciato la scomparsa ai carabinieri della locale stazione. I militari si sono messi subito alle ricerche, cercando il più possibile di setacciare le zone maggiormente da lei frequentate, anche su indicazione dei parenti.

Non a caso, spesso si avventurava lungo quella via per raccogliere erbe selvatiche. Il suo cadavere, nonostante le perlustrazioni degli esperti della Benemerita, è stato individuato da alcuni frequentatori di quell’area impervia, che l’hanno vista nel fondo del burrone ed hanno immediatamente allertato le forze dell’ordine. Secondo una prima ipotesi, sarebbe caduta e, forse nel tentativo di rialzarsi, sarebbe precipitata giù e per lei, purtroppo, non c’è stato niente da fare. Nonostante la certezza che si sia trattato di un incidente, il corpo é stato posto sotto sequestro e toccherà al medico legale stabilire le cause e l’orario del decesso, così da fugare anche il minimo dubbio.

Del caso si stanno occupando, dunque, i carabinieri della Compagnia di San Marco, coordinati dalla Procura di Cosenza.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •