X

Il luogo del ritrovamento del Corpo

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – È stato ritrovato morto F.D.M., l’operaio Anas scomparso da lunedì quando era uscito di casa per recarsi a lavoro.

Le ricerche si erano concentrate nella zona del viadotto Mazzotta meglio noto come viadotto della Morte nel comune di Lago, dove era stata ritrovata la sua auto, aperta e con all’interno le chiavi e i documenti. A denunciare la scomparsa ai carabinieri di Crotone, era stata la sorella che non ha avuto più sue notizie.

Secondo quanto ricostruito, l’uomo, era partito lunedì mattina per andare al lavoro e di solito lasciava la macchina a Cosenza.

Quel giorno invece ha scelto di scendere da Lorica verso Amantea dove però non è mai giunto. Alle ricerche hanno partecipato i tecnici del Soccorso alpino e speleologico Calabria, i vigili del fuoco, i carabinieri e gli uomini del soccorso alpino della Guardia di finanza oltre che le Unità Cinofile inviate dal comando VVF di Benevento e 3 unità SAPR (Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto) dei comandi di Napoli e Avellino.

Il corpo dell’uomo è stato trovato nella vegetazione sottostante il viadotto. Gli investigatori ritengono che l’uomo possa essersi suicidato.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares