X
<
>

Il luogo del tentato omicidio

Condividi:

CORIGLIANO ROSSANO (COSENZA) – Si è costituito l’uomo che lo scorso 27 agosto a mezzogiorno, nella centralissima via Nazionale a Corigliano, ha sparato contro il 34enne del luogo Pasquale Semeraro ferendolo gravemente (LEGGI).

Si tratta di Stefano Proglio, 34 anni, fermato come indiziato di delitto con l’accusa di porto d’arma abusiva in luogo pubblico e tentato omicidio. L’uomo si è recato ieri sera dai carabinieri di Torino-Moncalieri, in Piemonte.

Il fermo, disposto dal Pm Angela Continisio della Procura di Castrovillari, si è reso necessario visto il pericolo di fuga. Infatti in poche ore aveva raggiunto Torino per rifugiarsi nella regione di nascita del padre. La madre, invece, è una coriglianese. Da diversi anni il 34enne originario del Nord Italia era residente a Corigliano Rossano, vicino di casa della vittima dell’agguato.

Nella giornata di ieri i carabinieri avevano individuato l’auto – una Audi A3 ritrovata in una carrozzeria del posto dove sarebbe stata portata per la riparazione di un finestrino (LEGGI) – da cui Proglio avrebbe esploso i colpi di pistola in direzione di Semeraro, colpito tra torace e polmone mentre era a bordo di uno scooter.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA