X
<
>

Margherita Verzini, la vittima

Condividi:

APRIGLIANO – Un tragico incidente è costato la vita ad una giovane venticinquenne di Pietrafitta, Margherita Verzini; la ragazza, impegnata nella raccolta delle patate, è deceduta travolta da un mezzo agricolo.

Il luogo della tragedia

Il fatto è accaduto ieri nel primo pomeriggio in Sila, in contrada Fiego, al confine tra i comuni di Pedace e Aprigliano (in un appezzamento di terra della famiglia).

Da quanto si apprende, secondo una prima ricostruzione, si sarebbe trattato di una terribile fatalità. La giovane durante le operazioni di raccolta, mentre stava aiutando i suoi familiari, sarebbe inciampata finendo sotto il nastro del trattore guidato dal padre.

Per Margherita non c’è stato nulla da fare, nonostante l’arrivo della Guardia medica e dei sanitari del 118 avvisati dalle persone presenti. Sul posto sono sopraggiunti anche una squadra dei Vigili del fuoco del Comando di Cosenza distaccamento di San Giovanni in Fiore e i carabinieri del Comando della Stazione di Aprigliano, coordinati dal tenente Laganà, per gli adempimenti di competenza. L’intervento dei vigili è valso alla messa in sicurezza del mezzo agricolo e del sito in attesa del medico legale e dell’autorizzazione del magistrato per la rimozione della salma.

Una giornata quasi primaverile, una temperatura tiepida, ideale per lavorare nei campi, nessuno della famiglia Verzini avrebbe potuto immaginarne il tragico risvolto.

Margherita era solita aiutare la famiglia nella raccolta delle patate, anche sul suo profilo facebook aveva caricato dei video che riguardavano questa attività agricola. Un sorriso raggiante che si è spento per una tragica fatalità.
Anche il magistrato giunto sul posto, dopo aver ascoltato la ricostruzione effettuata dai carabinieri ha potuto appurare che l’incidente non ha dei responsabili e che non ci sono state state delle negligenze. E infatti già ieri il corpo di Margherita è stato consegnato ai familiari.

Una tragedia grande, che riempie di dolore non solo per la vita spezzata di una giovane donna ma anche per i familiari che hanno assistito impotenti a questa tragedia sotto i loro occhi.

La straziante vicenda ha sconvolto l’intera comunità presilana che si stringe intorno alla famiglia della vittima. Il sindaco di Pietrafitta (comune dove la giovane risiedeva), Antonio Muto, sconcertato, ha espresso profondo cordoglio e tristezza: «Era una ragazza bellissima, una notizia terribile, come si può morire a 25 anni?».

Anche l’amministrazione e il sindaco Porco di Aprigliano hanno espresso il loro dolore: «Una vita spezzata in un tragico incidente che sconvolge un’intera comunità. Vorremmo che non accadessero mai situazioni così dolorose. Il nostro pensiero va alla famiglia della vittima e ci stringiamo a loro con immensa tristezza».

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di San Giovanni in Fiore e i carabinieri del comando stazione di Aprigliano per gli adempimenti di competenza.

Il mezzo agricolo è stato messo in sicurezza. Accertamenti in corso per capire la dinamica dell’incidente

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA