X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

RENDE (COSENZA) – Dopo l’Epifania dovrebbe entrare a pieno regime il laboratorio di biologia molecolare Covid del centro sanitario dell’Università della Calabria. In attesa del via libera della Regione, che deve formalmente accreditare il laboratorio universitario, in questi giorni è iniziato il collaudo e il testing dei macchinari. Secondo quanto si apprende, il laboratorio potrà processare – a pieno regime – fino a 400 tamponi al giorno.

L’Università della Calabria aveva presentato a metà ottobre formale richiesta al Dipartimento Tutela della Salute della Regione per ottenere l’accreditamento del Laboratorio di Genetica e Microbiologia e poter processare in ateneo i tamponi molecolari effettuati dall’Asp.

Il rettore Nicola Leone ha seguito direttamente l’iter, insieme al direttore del Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra Giuseppe Passarino, e ha interloquito più volte con la Regione.

Il laboratorio, guidato dalla professoressa Dina Bellizzi, dispone già della macchina per RT-PCR, ovvero la tecnica che consente di individuare la presenza del Coronavirus nei frammenti di RNA estratti dopo tampone naso-faringeo.

  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares