X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

CERCHIARA DI CALABRIA (COSENZA) – Saranno sospese fino al prossimo 24 febbraio, dunque per tre giorni, le lezioni in presenza nelle scuole del comune di Cerchiara di Calabria ciò al fine di consentire di portare a termine la procedura di sanificazione da coronavirus.

Il sindaco, Antonio Carlomagno, è stato costretto, infatti, a disporre la chiusura degli istituti in seguito alla positività al coronavirus covid-19 riscontrata tramite un tampone rapido effettuato ad una insegnante.

La signora ha perso il marito da pochi giorni in seguito a un malore dovuto a patologie pregresse. L’uomo è però risultato positivo al tampone «post mortem». Da qui,
l’intervento del sindaco Carlomagno sul suo profilo facebook.

Il primo cittadino, dopo aver espresso il cordoglio dell’Amministrazione comunale e di tutta la comunità per la scomparsa dell’uomo, ha rivolto un appello ai «molti amici e parenti che hanno inteso manifestare di persona il proprio cordoglio di porsi in quarantena fiduciaria e procedere a distanza di una settimana a tampone nasofaringeo rapido.

Il sindaco ha annunciato, altresì, di essere «in costante contatto con le autorità sanitarie preposte per ottemperare alle disposizioni di legge e all’approntamento
dei tamponi molecolari per quanti sono e saranno posti in quarantena obbligatoria per l’emergenza venutasi a creare. Si ringraziano quanti volontariamente hanno manifestato volontà di collaborazione. Daremo prontamente qualsiasi informazione. Ci guida la responsabilità, la legge e soprattutto il rigore scientifico. Le chiacchiere valgono zero».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares