Il presidio nello spiazzale d'ingresso dello Spoke

Tempo di lettura 2 Minuti

CASTROVILLARI (COSENZA) – Sono disposte a incatenarsi ai cancelli dell’ospedale e a occupare la struttura sanitaria le mamme del comprensorio del Pollino, dopo aver appreso della paventata chiusura del reparto di Pediatria – e, conseguentemente, del Punto nascita – del “Ferrari”.

Striscioni di protesta di mamme e associazioni

Da questa mattina, infatti, un nutrito gruppo di mamme, insieme ai volontari delle associazioni ospedaliere e semplici cittadini, sta presidiando lo spiazzale d’ingresso dello Spoke e raccogliendo le firme da portare all’attenzione dei vertici dell’Azienda sanitaria provinciale e, se necessario, del ministro della Salute Roberto Speranza.

Proprio ieri il primario della Pediatria di Castrovillari Riccardo Scudo – che per sopperire alla mancanza di organico sta coprendo da più giorni i turni di notte in reparto – aveva indirizzato una lettera alla direzione sanitaria al fine di chiedere l’adozione di provvedimenti immediati: sono soltanto cinque (primario compreso) i medici che attualmente prestano servizio nel presidio, costretti a turni massacranti per garantire l’assistenza ai nascituri e ai piccoli pazienti.

La raccolta firme per tenere in vita Pediatria

Se la situazione non cambierà, aveva fatto sapere Scudo, dal prossimo 16 dicembre potrebbe verificarsi un’interruzione del servizio.

La manifestazione andrà avanti fino a sera e, in ogni caso, la protesta continuerà fino a che non giungerà alle mamme l’assicurazione di una immediata risoluzione del problema da parte delle istituzioni competenti. 

  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •