Francesco Socievole e Bruno Amantea

Tempo di lettura 2 Minuti

PAOLA – I rotariani tendono la mano a otto Ospedali calabresi, tra stabilimenti e presidi ospedalieri “spoke”, donando quasi 22mila euro per l’acquisto di sofisticati e costosi caschi protettivi. L’emergenza coronavirus ha infatti dato la spinta ai tantissimi presidenti dei club rotariani di tutta la Calabria di aderire e sviluppare un progetto d’intervento a largo raggio.

L’iniziativa è andata a buon fine esito grazie all’autorevolezza dell’ex governatore di distretto, l’ingegnere Francesco Socievole, appartenente al Rotary Club di Amantea, che si è attivato con slancio e determinazione, in questa triste situazione di emergenza, sottolineando ancora una volta i principi fondanti del Rotary che vanno sempre in direzione di una precipua missione per l’umanità. Il numeroso coinvolgimento di club rotariani, che ha visto anche la partecipazione del gruppo di Paola (che fra l’altro si è anche attivato individualmente attraverso la donazione di monitor multiparametrici all’Ospedale “san Francesco di Paola”) ha così favorito l’acquisto di caschi adatti alla ventilazione meccanica a pressione positiva continua.

La finalità, ben avallata dal docente universitario Bruno Amantea, ordinario di Rianimazione e Terapia intensiva di Catanzaro e che fa parte del Rotary “Presila Cs est”, è stata quella di attrezzare reparti ospedalieri di normale degenza per malati di coronavirus, affetti da sintomatologia non grave che non richiede la degenza nelle terapie intensive. È stata raccolta la somma di 21.500 euro, utile all’acquisto di 93 caschi che saranno distribuiti nella seguente misura: 30 caschi all’Ospedale civile dell’Annunziata a Cosenza; 16 alla Mater Domini di Catanzaro; 13 all’Ospedale Spoke di Crotone; 6 all’Ospedale Spoke di Castrovillari; 5 allo Spoke di Vibo Valentia; 12 all’Ospedale di zona di Trebisacce; 8 all’Ospedale spoke di Paola/Cetraro; 3 all’Ospedale di Lamezia Thermae.

“Ancora una volta il Rotary ha dimostrato di esserci con l’insieme dei suoi principi deontologici, nella sua totale efficienza per garantire il valore della promozione di un’attività sociale, che non è solo un patto d’amicizia con le strutture sanitarie, ma che vuole essere l’affermazione incontestabile di valori etici che si trasmettono da 115 anni a questa parte”, è stato fatto presente. I club rotariani partecipanti all’iniziativa sono 18: Amantea, Paola, Cosenza, Presila Cosenza est, Catanzaro, Catanzaro Tre Colli, Rc del Reventino, Trebisacce, Castrovillari, Cropani, Santa Severina, Rocca Imperiale, Rogliano, Mendicino, Crotone, Petilia Policastro, Ipponion Vibo e Sibari Cassano.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA