X
<
>

Il sequestro della villa

Condividi
Tempo di lettura < 1 minuto

BISIGNANO (COSENZA) – I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Acri sono intervenuti in località “Campovile” del comune di Bisignano per verificare alcuni lavori in corso per la realizzazione di un fabbricato con annessa piscina.

Il controllo ha consentito di accertare che i lavori sono stati realizzati senza le necessarie autorizzazioni. Inoltre sono state espiantate delle piante di ulivo, anche in questo caso in assenza della necessaria autorizzazione da parte del dipartimento Agricoltura della Regione Calabria.

L’area, di oltre 2700 metri quadri, e i manufatti abusivi sono stati sequestrati ed è stata elevata una sanzione amministrativa di 10.000 euro per l’estirpazione degli ulivi.

Tre le persone denunciate all’Autorità giudiziaria: il proprietario dell’area, la ditta esecutrice dei lavori e il tecnico incaricato della progettazione.

Condividi

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA