Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

MONGRASSANO (COSENZA) – Smaltiva rifiuti dando fuoco agli stessi in un cassonetto di metallo. Per questo motivo un imprenditore di Montalto è stato denunciato all’autorità giudiziaria per “combustione illecita di rifiuti e getto pericoloso di cose”. Ad intervenire, in località Sbrandello di Mongrassano, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Cerzeto i quali, percorrendo la strada provinciale 108 sono stati attirati da una colonna di fumo densa di colore nero proveniente da una azienda.

Arrivati sul posto, hanno identificato l’amministratore della stessa mentre era intento a bruciare rifiuti nel piazzale adiacente il capannone industriale. In particolare era in corso la combustione di un cumulo di rifiuti depositato in modo incontrollato, costituiti da scarti di materiale plastico, scarti di materiale legnoso, materiale vetroso, parti di materiale ferroso, imballaggi, contenitori in alluminio e cartoni all’interno di un cassonetto metallico. Altri erano depositati nei pressi dello stesso pronti per essere smaltiti anch’essi mediante combustione.

Rifiuti, spiega la nota della stazione Carabinieri Forestale, riconducibili nell’ambito dell’attività dell’azienda che producevano fumi maleodoranti e molesti con pregiudizio per l’intera area circostante e per la salute dei cittadini. Inoltre nel piazzale vi erano evidenti e pregresse tracce di combustione così come testimoniato dai residui combusti presenti e dalla cenere di colore bianco prodotta da una combustione lenta e completa dei rifiuti e dal completo annerimento del cassonetto di metallo posto sotto sequestro oltre all’area dove è avvenuto lo smaltimento dei rifiuti speciali non pericolosi.

  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •