X
<
>

Una dei negozianti coinvolti nell'iniziativa: Domenico Caruso nel suo atelier di tessuti e tappeti

Condividi:

SAN GIOVANNI IN FIORE (COSENZA) – C’è un comune calabrese tra i sei scelti da eBay e Confcommercio per un’iniziativa di supporto ai piccoli negozianti dei borghi italiani. Si tratta di San Giovanni in Fiore (CS), nel cuore della Sila. L’obiettivo è aiutare le piccole realtà commerciali a cogliere le opportunità che il commercio online può offrire.

Trentacinque imprenditori sangiovannesi hanno avuto l’opportunità di seguire un corso formazione gratuito durante il quale hanno appreso direttamente dagli esperti di eBay tutti gli strumenti per poter aprire il proprio negozio digitale.

In una sezione del sito web del colosso dell’e-commerce, inoltre, sono presenti delle “vetrine” digitali sulla storia dei borghi selezionati e sui prodotti proposti dai partecipanti. Qui la pagina dedicata a San Giovanni in Fiore.

«Siamo orgogliosi che Confcommercio abbia scelto la nostra candidatura tra le tante pervenute – afferma il Presidente di Confcommercio Cosenza, Klaus Algieri – Essere scelti tra i sei borghi digitali significa dare un segnale forte ad una provincia e ad una intera Regione che ha voglia e bisogno di iniziare a volare verso il futuro. La rivoluzione digitale, infatti, contiene delle opportunità straordinarie, una rivoluzione che sta cambiando le nostre vite e sta cambiando anche il volto del commercio tradizionale».

«E questo aspetto – conclude Algieri – è ancora più sentito nel nostro territorio che ha bisogno di comprendere quanto sia importante affiancare il negozio fisico al negozio digitale, al fine di far valicare i confini della nostra Regione a quelle eccellenze tipiche in grado di costituire un volano per l’economia».

«Si tratta di una grande opportunità per le nostre 35 imprese locali che hanno partecipato – commenta la sindaca Rosaria Succurro – come per l’intero territorio. Andiamo avanti con ottimismo: San Giovanni in Fiore e la Sila sono bellissimi e hanno potenzialità straordinarie. Promuoviamo il nostro meraviglioso territorio e lo sviluppo economico e sociale».

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA