Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

COSENZA – Mario Occhiuto sarà candidato alla presidenza della Regione Calabria, con o senza il sostegno del resto della coalizione. E’ questo il messaggio, neppure molto sottinteso, che il deputato di Forza Italia, Roberto Occhiuto, lancia al centrodestra in una intervista pubblicata oggi sull’edizione cartacea del Quotidiano del Sud.

«Non c’è alcun piano B. Mario – afferma il deputato di Forza Italia – non è stato scelto per il cognome che porta ma perché da sette anni è il sindaco di una città che, grazie alla sue capacità amministrative, è diventata un punto di riferimento nella regione. Quindi non è vero che un Occhiuto vale l’altro. E’ risibile pensarlo»

Secondo Roberto Occhiuto, «la candidatura di Mario non è stata un’autocandidatura, ma è nata dal basso. Sui risultati che sono stati raggiunti a livello amministrativo, circostanza che ha spinto molti a chiedere al sindaco di Cosenza di spendersi per provare a cambiare la Calabria. In questi mesi abbiamo raccolto le adesioni di diversi imprenditori, tanti dirigenti politici, esponenti della società civile. Siamo pronti a scendere in campo con Forza Italia e le liste civiche».

Per la coalizione un messaggio netto, perché: «E’ evidente che così come Forza Italia sostiene i candidati della Lega e di Fratelli d’Italia nelle altre regioni sono sicuro che Lega e FdI faranno lo stesso con noi in Calabria».

Sull’ipotesi di un altro nome, compreso quello del sindaco di Catanzaro Sergio Abramo, Roberto Occhiuto non ha dubbi: «Non credo si possa verificare, anche perchè abbiamo messo in moto una macchina amministrativa che è composta da centinaia di comitati e molti amici ci chiedono di andare avanti in ogni caso, ma sono sicuro che non sarà necessario».

L’INTERVISTA INTEGRALE A ROBERTO OCCHIUTO SULL’EDIZIONE CARTACEA DI OGGI DEL QUOTIDIANO DEL SUD

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •