X
<
>

Un panorama di Calopezzati con l’abbraccio tra il neosindaco Giudiceandrea e l’avversario Pedace

Tempo di lettura < 1 minuto

CALOPEZZATI (COSENZA) – Edoardo Antonello Giudiceandrea è il nuovo sindaco di Calopezzati. I cittadini hanno recepito, probabilmente, l’idea di cambiamento proposta ed hanno optato per la sua coalizione “Verso un mondo migliore”, preferendola a quella del giovane vicesindaco uscente, Pasquale Pedace, che con la lista “SiAmo Calopezzati”, rappresentava, per alcuni versi, la continuità della gestione amministrativa a guida Mangone nel decennio appena concluso.

A capo di una lista civica che ha ricevuto 491 voti, l’Ingegnere chimico ha convinto gli elettori per la chiarezza degli obiettivi “tutti realizzabili” e per la propensione all’unità e ad andare oltre le schermaglie che in un piccola comunità possono esserci. Infatti, nell’immediato della sua proclamazione a primo cittadino, come primo atto ha abbracciato il suo competitor Pedace, che ha comunque incassato 355 consensi.

Anche nel piccolo centro di Calopezzati, i votanti (866) sono stati di gran lunga inferiori agli aventi diritto (1.576).Edoardo Antonello Giudiceandrea è ingegnere chimico, fratello del più noto Giuseppe, ex consigliere regionale. Ha dedicato la sua vita al lavoro come dirigente, per 25 anni, di Italcementi; figlio di Rita Pisano, celebre sindaca e politica italiana, è nato a Cosenza e ha vissuto quasi sempre fuori regione per lavoro.

Dal 2014 ha deciso di tornare in Calabria, nel piccolo centro ionico.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA