X
<
>

Il sopralluogo del sindaco Occhiuto e dell'assessore Vizza

Tempo di lettura 3 Minuti

COSENZA – “Un’altra opera pubblica viene restituita alla città rispettando una tappa importante che rientra nel progetto, che stiamo portando avanti con decisione e grande convinzione, quello, cioè, di Cosenza città della salute e del benessere che ci ha consentito di ricevere significativi riconoscimenti in campo nazionale come l’Urbes Award assegnatoci da poco a Roma dalla rivista specializzata “Urbes” e dall’Healt City Institute”.

Lo ha detto il Sindaco Mario Occhiuto in visita, insieme all’Assessore allo sport di Palazzo dei Bruzi Carmine Vizza, al campo scuola Coni, quasi alla vigilia della riapertura della struttura al pubblico, prevista per lunedì 26 luglio, dopo i lavori di ripristino che hanno riguardato la pista di atletica leggera e la realizzazione di tutte le altre opere accessorie.

GUARDA LE FOTO

“Restituiamo alla fruizione degli atleti impegnati in gare agonistiche, ma anche agli appassionati e ai praticanti ad ogni livello – ha aggiunto il Sindaco Occhiuto – una delle strutture per lo sport all’aperto che ha pochissime eguali in tutto il Centro Sud e che può, a giusta ragione, essere considerata un piccolo gioiello che ben si presta ad ospitare, una volta ottenuta la prevista omologazione, manifestazioni di respiro nazionale. La struttura sarà fruibile gratuitamente e sarà gestita direttamente dal Comune”.

LEGGI: I DUBBI SULLA GESTIONE

Alla soddisfazione del Sindaco si accompagna quella dell’Assessore allo sport di Palazzo dei Bruzi Carmine Vizza. “Con questa struttura – sottolinea Vizza – intendiamo valorizzare ancora di più l’importanza dello sport nella nostra città, sia dal punto di vista agonistico, avendo ristrutturato tutta la parte della pista di atletica, e sia, dopo aver rinnovato anche il resto della struttura, consentendo anche agli amatori dell’atletica di svolgere la loro attività, in direzione, in quest’ultimo caso, del perseguimento del benessere puro della gente comune. In questa fase di auspicabile e speriamo subitanea uscita dalla pandemia, la restituzione ai cittadini di una struttura del genere deve essere accolta con particolare compiacimento”.

Il volto nuovo che ha assunto il campo scuola CONI, dopo i lavori eseguiti, attraverso il bando ad evidenza pubblica, dalla Polytan GmbH, specializzata in superfici sportive, comprende, anzitutto, una vera e propria rigenerazione dell’ovale a sei corsie, cui si è accompagnata la realizzazione di opere accessorie e della fornitura completa delle attrezzature per la pratica di tutte le specialità della regina degli sport. Lo storico impianto di atletica cittadino, costruito sul finire degli anni ‘50, era già stato riqualificato attraverso il rifacimento degli spogliatoi, l’edificazione di strutture esterne polifunzionali e l’implementazione di nuovi punti di illuminazione verticale. A queste si è ora aggiunta una sala stampa molto funzionale di circa 50 posti. Dopo il “Tartan” impiantato nel 1982, che sostituì la vecchia terra battuta, e i rotoli di “Mondo Sportflex” applicati nel 1997, la terza pavimentazione sintetica sulla quale correranno gli atleti è stata realizzata in “Rekortan”, un composto a struttura stratificata con pose in colata e “seminato” in superficie a granuli gommosi. La consistenza del nuovo battistrada blu oltremare, offrirà un giusto compromesso tra l’assorbimento degli urti e la massima accelerazione, caratteristiche apprezzate sia dai mezzofondisti che dai velocisti.

La struttura potrà contare anche su un sistema di rilevazione della velocità “SmarTracks” (la pista di Cosenza sarà la prima nel sud Italia a esserne dotata). Una tecnologia che consentirà a più atleti simultaneamente di registrare, mediante un sensore corporeo ovvero un’app scaricabile, le prestazioni cronometriche.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA