X
<
>

Gli uffici della Regione Calabria

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – Ottanta sindaci della provincia di Cosenza hanno chiesto chiarimenti sulla gestione dei vaccini per l’emergenza Covid-19.

In una lettera aperta rivolta al presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì, al commissario alla Sanità della Calabria Guido Longo, al direttore generale dipartimento Salute della Regione Calabria e al commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, i sindaci hanno spiegato: «È ormai documentato e di dominio pubblico il mancato funzionamento della piattaforma per le prenotazioni dei cittadini e, in aggiunta, la circostanza che quei pochi casi prenotati lo sono soltanto presso sedi di altre Asp (e non in quella di Cosenza) e/o in centri vaccinali distanti centinaia di chilometri dal luogo di residenza, ciò comportando gravi problematiche soprattutto per le persone anziane (spesso senza parenti vicini) e per i cosiddetti fragili (categoria alla quale spesso sono resi difficili spostamenti lunghi)».

I sindaci saranno oggi in Regione per conoscere l’organizzazione del piano vaccinale e della distribuzione dei vaccini.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares