X
<
>

La stazione ferroviaria di Torano

Tempo di lettura 2 Minuti

TORANO CASTELLO (COSENZA) – «La FrecciaArgento Sibari- Bolzano fermerà anche a Torano». Ad ufficializzare l’istituzione della fermata del treno veloce allo scalo “Torano-Lattarico”, recentemente ristrutturato e riammodernato con 14 milioni di fondi europei, è la presidente della Regione Jole Santelli  che l’ha chiesta e ottenuta da Ferrovie e Trenitalia.

«Ci siamo battuti per assicurare questo nuovo scalo, capace di venire incontro alle esigenze di tanti calabresi. Una battaglia – afferma la Governatrice della Calabria – condivisa con la delegazione parlamentare della provincia di Cosenza, i sindaci del comprensorio e Franco Corbelli”. Per la presidente Santelli la nuova fermata del Frecciargento “Sibari-Bolzano” è un “segno concreto per far uscire dalla marginalità i territori di una regione come la nostra che merita di riacquistare la centralità perduta».

Cresce in tutto l’hinterland, infatti, l’attesa per la prima campanella, fissata per il prossimo 17 luglio, che annuncia la fermata del treno veloce che consentirà all’utenza di una vasta, importante area, con oltre 300mila persone di più di 60 comuni, dell’area urbana di Cosenza, Rende, Castrolibero, Montalto, della Presila, del Savuto, della Valle del Crati e dell’Esaro, di usufruire dei collegamenti veloci con Roma, il centro e il nord del Paese.

Da domani (giovedì 9) sarà invece già possibile acquistare il biglietto. A Torano scalo, intanto, da qualche giorno sono cominciati ad arrivare i primi viaggiatori che intendono già acquistare i biglietti per Roma, Firenze e Bolzano. La partenza dalla stazione di Torano-Lattarico è prevista pochi minuti prima delle 7 del mattino, il ritorno la sera intorno alle ore 22.

  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares